( risposta alla #domandaevolutiva del gruppo degli Evolvers su Facebook)

rispondo al super quiz dell’ultima domanda evolutiva sull’emozione che rallenta l’evoluzione, senza entrare troppo nel merito dei molti spunti che le risposte nel post nel gruppo hanno suscitato, li userò per altri post 😀

Potrei dirvi che era una domanda a trabocchetto ma non lo farò.
Darò una risposta che segue una certa logica che spero seguirai in modo che il mio input ti possa essere utile concretamente.

➡️Quando sei spinto all’azione o ad un cambiamento?

Solitamente quando stai male e non puoi evitare di stare male in nessun modo.

Se scopri come evitare di stare male, almeno momentaneamente, allora eviterai di agire in modo risolutivo.

Questa è la natura umana.

Tuttavia abbiamo un secondo criterio sempre a livello dell’emozione :

LO SCONTRO TRA MALESSERI.

Spesso, bisogna scegliere (per modo di dire, la nostra mente sceglie per noi) il male minore, quello percepito come tale.

Quando gli effetti del male minore diventano per te maggiori del male maggiore e non più compensabili, allora ti attiverai per rimuovere il male minore che ora non è più minore 😆

Molte persone, la maggior parte, riescono a compensare tutta la vita.
Diciamo che è la norma.
Grossi costi per questa compensazione, ma se non ho mai mangiato il caviale non saprò mai che sapore ha e non ne sentirò il bisogno, mi beccherò la solita sbobba.

La compensazione è incentivata dal fatto che spesso non riesci ad associare gli effetti di una cosa sull’altra, ad esempio le malattie psicosomatiche (cioè tutte le malattie a partire dall’influenza).

➡️Qual è il passo cruciale per un cambiamento?

CHIEDERE AIUTO.

Andando ad analizzare le vostre risposte molti hanno inserito LA PAURA. Non si può considerare una risposta sbagliata ma non è quella che ho pensato io in merito alla logica che sto seguendo.

La paura è l’attivazione presente in tutto e può indurre a reazioni molto sane.

Infatti le richieste di aiuto spesso partono dalla paura.

➡️Ma quando la paura suggerisce di retrocedere?
➡️Quando mi induce ad evitare la richiesta di aiuto?
➡️Quando anche se arrivo a chiedere aiuto non ne posso beneficiare in modo che sia veramente efficace?

Quando sperimento l’emozione della VERGOGNA.

La VERGOGNA impedisce di chiedere aiuto.
La VERGOGNA impedisce di usufruire dell’aiuto come si deve, perchè non possiamo aprirci.
La VERGOGNA ci fa nascondere da noi stessi.

Io posso avere paura di vergognarmi e quindi non chiedo, non cerco, non mi confronto, non alzo la mano in classe da bambino quando non so qualcosa e così non imparo, finendo per fare la stessa identica cosa da adulto in milioni di piccole interazioni.

Prendere consapevolezza di questo può dare il turbo alla tua evoluzione
😉
——————————————————–
vorresti lavorare con l’autoipnosi sulla tua forza interiore e leadership –> www.bit.ly/ppe-2018

The following two tabs change content below.
Il Dr Emilio Gerboni è Psicologo-Psicoterapeuta, formatore e Coach. Direttore della Collana BINARIO| Libri X Evolversi della Dario Flaccovio Editore. Ideatore del modello di Psicologia Evoluta, dirige i centri nelle sedi di Bologna e Pescara. Specialista in Psicoterapia Breve Strategica, Ipnosi Ericksoniana, EMDR, Schema Therapy e Psicoterapia Evolutiva. E' inoltre un songwriter con all'attivo due dischi e varie collaborazioni musicali.

Commenti

commento

Pin It on Pinterest

Shares
Share This